28 settembre 2017

Ern, moto perpetuo

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni per Frascati Scienza. Non si ferma mai, contro ogni legge della termodinamica. Calendario alla mano, il 29 settembre appuntamento con la Notte Europea dei Ricercatori (qui), evento che si colloca nell’ambito della Settimana Europea della Scienza, dal 23 al 30 settembre. La divulgazione al pubblico della ricerca scientifica ad ogni livello: bambini, adulti e famiglie. Tutto in una notte, in tutta Italia, ventiquattro ore di scienza ubiquitaria. L’autore? Frascati Scienza (qui), l’associazione che su input della Commissione Europea realizza l’iniziativa che prende spunto dal nome di Marie Skłodowska-Curie, la scienziata franco-polacca vincitrice di due premi nobel. Ancora viva l’affascinante prima edizione, anno 2006, quasi sperimentale in un contesto dove tutto lo è, come a saggiare la voglia di conoscenza della comunità civile. Esperimento riuscito, collaudato e che diventa oggi un vero e proprio marchio di fabbrica per l’edizione 2017 intitolata al “Made in Science”. Il tutto in una sintesi di conferenze, spettacoli, giochi interattivi, visite guidate, aperitivi scientifici e collegamenti con lo spazio. Anche durante questa dodicesima edizione sarà possibile “rimbalzare” da una parte all’altra dello Stivale all’insegna di un programma (qui) denso e privo di pause. A Parma, ad esempio, presso l’Università cittadina, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 si aprirà il “Processo simulato all’Europa”, un laboratorio pubblico volto a cogliere il senso di integrazione dei nostri giovani all’interno del processo comunitario e, al contempo, sviluppare un dibattito sul futuro della nostra Unione Europea. Puntate ora il satellite verso sud e fermatelo sulle coordinate della città di Bari. All’interno del Fortino di Sant’Antonio Abate, infatti, dalle ore undici fino alla mezzanotte andrà in scena il gioco scientifico “Alice nel paese delle meraviglie dei materiali”, evento curato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare che tra giochi di parole come “Se mi rilasso collasso” e “Sorprendimi! Di grafite accendimi” spazierà approfonditamente nello studio dei materiali. Andiamo ora nel centro Italia, precisamente a Viterbo, dove sempre il 29 settembre sarà possibile, dalle 15:30 alle 17:00, la visita guidata presso l’orto botanico “Angelo Rambelli” grazie all’Università della Tuscia. E adesso spostiamoci di poco. Qui Frascati e Roma, il cuore pulsante dell’edizione 2017 della Notte Europea dei Ricercatori dove ad attendere i visitatori ci sarà una vera e propria galassia di eventi. Non solo all’interno della cittadina di Frascati, ma, come da tradizione, in ognuno dei principali atenei capitolini e, soprattutto, in tutti i centri di ricerca di riferimento: l’Agenzia Spaziale Europea, l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Eventi gratuiti nella loro interezza e non solo nel Lazio, molti ad ingresso libero, altri con apposita prenotazione telematica. Da un punto all’altro di ogni città d’Italia, da un centro di ricerca all’altro, lasciatevi coinvolgere dentro una maratona scientifica che non si fermerà mai, in perenne moto perpetuo.