20 marzo 2017

Gigantesche

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni. Valanga azzurra sarebbe stata troppo scontata e richiamarebbe gesta inarrivabili per tutti. Ma quanto fatto dalle nostre ragazze, in ordine: Brignone, Goggia e Bassino, è un podio d'altri tempi e non solo per l'Italia.
Una dolce valanga rosa che si abbatte sulle nevi di Aspen e piace a tutti, yankee inclusi e pronti a urlare yeah! Cielo a stelle e strisce e monopolio azzurro nell'ultimo Super Gigante della stagione, firma indelebile, prima, seconda e terza, forte il messaggio che giunge a tutto il movimento dello sci alpino femminile, l'Italia, c'è.
Classe, forza e carattere, trait d'union di un trionfo gigantesco. Elementi concentrati in queste tre piccole sciatrici, ognuna differente e simile a modo suo oltre la tuta griffata "ITA". 
Avanti così, verso la prossima Coppa del Mondo e verso le prossime olimpiadi invernali. Consapevoli di poter sognare.
Buona visione.
  • Lo sci alla radio, telecronaca RAI di Emiliano Mancuso. Qui.
  • Brignone, Goggia, Bassino, tripletta da favola ad Aspen. Fisi, qui.
  • Rai Sport, trionfo delle azzurre Brignone, Goggia e Bassino. Qui.
La storia dello sci italiano passa per il gigante femminile di Aspen che riporta alla memoria la storica tripletta del 2 marzo 1996 a Narvik, quando Deborah Compagnoni, Sabina Panzanini e Isolde Kostner occuparono i primi tre posti del gigante. Esattamente come è successo oggi, ad Aspen, con una superlativa Federica Brignone che vince entrambe le manche e porta a tre i successi stagionali (cinque in carriera) e si propone come autentica mattatrice del gigante. Quella della Brignone rappresenta la vittoria numero 30 nella storia del gigante femminile. Al secondo posto una Sofia Goggia che raddrizza la gara con il secondo tempo nella seconda frazione, e porta a 13 il numero di podi personali in stagione: un ruolino di marcia impressionante, che la porta a prendere il terzo posto nella classifica finale di disciplina, con 405 punti, alle spalle di Worley (685) e Shiffrin (600). Brignone è quarta e Bassino sesta. Ma Goggia prende il terzo posto anche della classifica assoluta con 1197 punti, nuovo record per un'italiana, dietro a Shiffrin e Stuhec.
Marta Bassino, appena eletta "Young Skier of the Year", porta a tre i podi personali in stagione e completa lo splendido triplete azzurro sulle nevi americane. L'Italia Rosa guida nettamente la classifica per nazioni con 4911 punti, quasi 1000 punti in più dell'Austria che si ferma a 3918.
Le altre azzurre: 17/a Irene Curtoni, 23/a Laura Pirovano, mentre è uscita nella seconda Manuela Moelgg.
L'Italia dello sci compie un balzo in avanti e sale a quota 43 podi complessivi, un numero mai raggiunto nella storia per una stagione che sta consacrando la vera, nuova Valanga Azzurra: la Valanga Azzurra 2.0.
Fonte, FISI, clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.