06 marzo 2017

E' nata una certezza

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni. Dalla terra lombarda agli occhi a mandorla di Jeongseon ce ne corre. Ma se ti chiami Sofia Goggia puoi mettere insieme il tutto e, magari, creare pure un capolavoro.
Una due giorni che la nazionale di sci alpino femminile difficilmente scorderà. E non tanto perchè la pista in questione sarà teatro delle prossime olimpiadi invernali, ma perchè nella composta scenografia sud coreana è andato in scena il più scanzonato spettacolo azzurro. 
Interprete, Sofia Goggia. La sciatrice azzurra piazza un vincente uno due, roba d'altri tempi per la nazionale, quasi da libro cuore.
E invece no, è tutta attualità.
24 anni di tecnica, tenacia e testa, dopo la medaglia ai mondiali, Sofia va a prendersi la prima vittoria in Coppa del Mondo nella discesa libera di sabato e replica neppure ventiquattro ore dopo, centrando anche il suo primo successo in Super G. 
Assodato il fattore "T" dal solo sentirla parlare, erano già ottime le impressioni durante tutta la stagione di Coppa, poi, appunto, i mondiali di Saint Moritz a preannunciare l'ulteriore colpo.
Nel pieno della perfetta età agonistica, Sofia ha le carte in regola per donare sogni d'oro a tutto lo sci alpino azzurro. Roda e gli altri lo sperano, con loro i molti tifosi. 
Soprattutto, se non fosse stata rallentata dagli infortuni avrebbe dispensato più sorrisi di quanti già ne regala, se poi ti scopri anche intonata nel cantare l'inno, allora è tutto perfetto o quasi. Futuro incluso.
Con i se però si fa poco. Per questo, non è nata una stella, bensì una splendida certezza.
Buona visione.
Fonte foto post, FISI, clicca qui.
  • Sofia Goggia, Jeongseon Downhill, qui
  • Sofia Goggia, Jeongseon Super G, qui
  • Amazing Sofia Goggia her maiden victory in Jeongseon, qui

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.