09 febbraio 2016

A Bologna va in scena "La Camera. Sulla materialità della fotografia"

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni. Desidero segnalare questa mostra presente fino al 28 febbraio presso Palazzo De' Toschi, Bologna, "La Camera. Sulla materialità della fotografia" è un progetto a cura di Simone Menegoi - foto post di Dario Lasagni, qui la fonte dell'immagine - che si sofferma sul rapporto tra scultura e fotografia. Dal dagherrotipo alla scansione sferica: le tecniche più diverse ed eccentriche in mostra per riscoprire la meraviglia della fotografia a più livelli. Sotto, uno stralcio dell'articolo ripreso da Domus con l'intera descrizione del progetto di cui questo evento rappresenta il terzo episodio. Buona lettura. Qui l'intero articolo descrittivo della mostra.

Una rassegna di eccentricità, arcaismi, hapax legomena fotografici il cui scopo è quello di spiazzare le aspettative comuni dello spettatore rispetto alla fotografia, e di fargli sperimentare di nuovo, almeno per un istante, la meraviglia del suo avo ottocentesco di fronte a un’invenzione che ha rivoluzionato la cultura visiva e il rapporto stesso con la realtà. Non è una sfida al digitale (le tecniche digitali, del resto, dalla scansione alla stampa 3D, sono alla base di alcune delle opere in mostra) quanto alla sua egemonia assoluta; all’idea che, dopo l’avvento della ripresa digitale, ogni altra tecnica fotografica sia diventata obsoleta, e non possa che essere abbandonata.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.