04 gennaio 2016

Conti economici trimestrali, crescita debole per l'Italia

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni. L'Istituto Nazionale di Statistica ha presentato il 1 dicembre 2015 il rapporto sui conti economici trimestrali relativi - periodo di riferimento - al terzo trimestre dell'anno 2015, "trimestrale" espressa in valori concatenati con anno di riferimento 2010 e destagionalizzati. 
Si registra un aumento del PIL pari allo 0,2% rispetto al trimestre precedente, mentre lo stesso è cresciuto in via tendenziale, quindi rispetto al medesimo trimestre dell'anno 2014, dello 0,8%. 
Per il 2015 l'Italia chiuderà con un aumento di PIL pari allo 0,6% contro le stime fornite dal governo pari allo 0,9%. Crescita ritenuta moderata, più verosimilmente debole.
Da una prima lettura a trainare principalmente i dati della "trimestrale" sarebbero i consumi nazionali e, quindi, in parte, anche le importazioni. In sofferenza, invece, gli investimenti fissi lordi e le esportazioni. 
La sintesi chiara e molto interessante dell'intero rapporto può essere letta a questo link, mentre il testo integrale del documento - più tecnico ma comunque di facile comprensione e con glossario finale - può essere visionato a questo link
La prossima diffusione dati avverrà il 4 marzo 2016. 
Desidero riprendere anche un articolo tratto da Il Sole 24 Ore, più ragionato e meno tecnico, inerente proprio la crescita dell'Italia nel corso del 2015 con, anche in questo caso, gli ultimi dati trimestrali avente fonte ISTAT. Qui l'articolo.
La foto in capo al post è invece poco attinente con lo stesso ma osservandola da mesi in più ambiti, ho deciso di postarla. Questa, nello specifico, riporta l'andamento del PIL dal 2004 al 2014 per Stati Uniti, Unione Europea e stati area Euro. A cavallo tra 2008 e 2009 si può notare lo schock avvenuto per mano della crisi sulle economie nazionali o sulle macroregioni esaminate. L'area Euro risulta, tra le tre, quella maggiormente colpita. Ancora oggi. Fonte grafico: Eurostat. Buona lettura.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.