14 ottobre 2015

Il fascino del lago di Nemi tra antichi splendori e moderni recuperi

@ Futuribilepassato | Luca Tittoni. Desidero dare risalto all'articolo apparso su "Il Primato Nazionale" e a firma di Vanessa Bori, dal titolo: Il fascino del lago di Nemi tra antichi splendori e moderni recuperi. Il pezzo può essere letto a questo link. Uno spaccato tra l'enorme patrimonio storico collocato nell'imbrifero nemorense e la stratificazione archeologica tipica di un territorio come quello dei Castelli Romani. Santuario di Diana, navi imperiali di Caligola, Via Sacra, Museo delle Navi Romane (qui) e Villa di Caligola imperatore. Dato che ci sono diffondo anche un video, quello dell'Istituto Luce circa il recupero delle Navi Romane effettuato con il parziale svuotamento del bacino lacustre, imponente opera idraulica svolta durante il regime fascista. Qui il filmato. Purtroppo le due imbarcazioni furono distrutte pochi anni dopo la loro "riermersione" a causa di un incendio sorto per cause ancora da chiarire: truppe tedesche in ritirata, colpo di mortaio alleato partito da Anzio o "semplice" rogo divampato per mano degli sfollati in cerca di caldo e riparo all'interno del museo. E a proposito di Caligola, prosit! Qui! Buona lettura e visione.
Fonte foto post, Saverio G., interessante ed estremamente documentato anche il suo relativo articolo che può essere letto qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.