29 ottobre 2012

Ezio Orzes a Genzano di Roma, introduzione di Differenziati


@ Futuribilepassato | Luca Tittoni
  • Progetto Riciclo a Genzano di Roma, incontro con Ezio Orzes (articolo di Maria Lanciotti pubblicato su Controluce), cliccare qui.
“Progetto Riciclo” nasce dall’idea di portare nel territorio dei Castelli Romani alcune tra le eccellenze italiane in fatto di raccolta differenziata porta a porta, riciclo e riduzione del monte rifiuti; il tutto coniugando una visione d’insieme che abbracci anche agli aspetti sanitari che questo comprensorio vive e rischia di subire per mezzo dello smaltimento rifiuti.
Uno sguardo al meglio quindi, al passato ma anche al futuro, che racchiuda messaggi chiari dal punto di vista dei risvolti sanitari e che possa esplicare nel corso di questi incontri le politiche virtuose verso cui bisogna tendere con impellenza non più procrastinabile, guardando proprio al meglio come obiettivo finale. In tre parole: sostenibilità, efficienza e maggior equità. Tutto questo ce lo chiede l’Europa, ce lo chiede in parte la normativa nazionale e ce lo chiede soprattutto un territorio martoriato da una discarica indifferenziata trentennale e da un progetto di centrale elettrica alimentata a gas di sintesi derivato da CDR di oltre 165.000 tonnellate.
Un’idea, questa, concepita dall’associazione Differenziati, che ha preso forza grazie al fondamentale sviluppo apportato dal Comune di Genzano di Roma e che s’innesta in quello che è da sempre il nostro dna: fare informazione all’interno della comunità e per la comunità, al fine di una maggiore consapevolezza, di una migliore capacità di analisi e di una più matura scelta dei veri bisogni territoriali.
Tre incontri che avranno per relatori Ezio Orzes, qui con noi, assessore all’ambiente del Comune di Ponte nelle Alpi (Belluno), primo comune riciclone d’Italia 2010, 2011 e 2012, la Dott.ssa Patrizia Gentilini, oncologa – ematologa dell’associazione dei Medici per l’Ambiente - Isde Italia, che sarà con noi il prossimo primo dicembre e Alessio Ciacci, assessore all’ambiente del Comune di Capannori (Lucca), primo comune italiano ad aderire alla strategia “Rifiuti Zero” che sarà a Genzano di Roma il prossimo diciannove gennaio. 
Quest’oggi approfondiremo l’eccellenza di Ponte nelle Alpi comune che conferisce parte dei propri rifiuti presso il Centro Riciclo di Vedelago e che registra oltre il 90% di raccolta differenziata con modalità porta a porta. Realtà di 8.533 abitanti ripartiti in 23 frazioni su di un territorio complessivo di 58 kmq con un altezza che oscilla tra i 378 e i 2.133 m s.l.m. L’esempio di “Ponte” fa del comune bellunese un riferimento d’avanguardia in Italia circa la sostenibilità ambientale e l’innovazione tecnica nel ciclo dei rifiuti per comuni fino a 40.000 abitanti.
Nostro obiettivo odierno, inoltre, è quello di trasformare l’incontro di oggi in una vera e propria assemblea dove al termine dell’intervento dell’assessore Ezio Orzes i cittadini interessati possano porre domande circa la realtà di Ponte nelle Alpi, trovare conferme e chiarire eventuali dubbi, al fine di una maggiore interazione e di una migliore comprensione del tutto.
Infine un ringraziamento importante che va prima di tutto ai relatori che interverranno nel corso di questi tre incontri ed un grazie sostanziale all’amministrazione di Genzano di Roma, nella qualità del sindaco Flavio Gabbarini, che ci ha permesso di concretizzare un’idea che speriamo valida per tutta la cittadinanza dei Castelli Romani in un clima di massima collaborazione e di piena libertà.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per commentare in questo sito.